Accordo sulla demolizione di immobili e rimozione delle macerie private

Nella riunione organizzata a Roma dal Comitato Civico 3e36 lo scorso lunedì 7 maggio presso il ristorante “Amatrice”, sono stati affrontati e discussi importanti argomenti relativi alla ricostruzione delle nostre case di Amatrice e Frazioni, tra i quali la demolizione e rimozione delle macerie.

La Regione Lazio ha espletato la gara d’appalto per la “Demolizione immobili e rimozione macerie private” di 51 Frazioni del Comune di Amatrice. I lavori, divisi in 4 lotti, per un importo complessivo di 20 milioni di Euro, inizieranno a breve e si presume possano essere completati entro fine estate.

Le Associazioni Proprietari di Sant’Angelo, Sommati, Retrosi, Rocchetta e Torrita hanno promosso e sottoscritto con il COI di Amatrice un accordo che consentirà di partecipare al recupero dei Beni affettivi e Beni “identitari”.

Il verbale della riunione svoltasi lo scorso 20 aprile è disponibile qui.

Occorre che tutti i proprietari, con il supporto delle Associazioni dei Proprietari, compilino la scheda che serve a segnalare i beni “identitari” (pietre lavorate, portali, camini, ferri lavorati ecc.) che intendono recuperare; saranno chiamati a presenziare alla demolizione/rimozione macerie delle loro case per segnalare puntualmente oggetti ancora presenti all’interno delle case che si potranno recuperare, con le modalità specificate nel vademecum.

Il COI, coordinatore del progetto, ha convocato per il 21 maggio presso la sua sede di Roma in via Laurentina la prima riunione con i rappresentanti delle Associazioni dei Proprietari delle Frazioni che si sono già organizzate, la Ditta vincitrice dell’appalto, il Direttore Lavori, il Responsabile della sicurezza.

Saranno raccolte le schede che ognuna delle Associazioni ha predisposto; si concorderà il programma dei lavori con sopralluoghi congiunti e individuazione delle aree recintate ove sarà possibile stoccare i materiali recuperati ed utili per la ricostruzione delle case con la preservazione della loro memoria.

Le Associazioni Proprietari di tutte le Frazioni possono contattare il nostro Comitato per avere maggiori informazioni su come aderire all’accordo, inviando un’email a segreteria@comitato336.it.

È importante è procedere con velocità e determinazione facendo valere il nostro diritto al recupero dei nostri beni che daranno alla ricostruzione quel legame affettivo con i nostri antenati e la nostra storia.

 

Leave A Comment?

You must be logged in to post a comment.