Il Comitato 3e36 visita l’INGV a Roma

Lo scorso 17 novembre un gruppo di aderenti del Comitato 3e36 è stato ospite dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia a Roma.

image1

La visita ha fatto seguito all’incontro che si era svolto la scorsa estate a Amatrice con i due ricercatori dell’INGV Giuliano Milana e Andrea Tertulliani.

image1

Giuliano e Andrea ci hanno accolto nella sede romana e ci hanno illustrato le attività dell’istituto, con particolare riguardo alla situazione di Amatrice e Accumoli, dove sono in corso gli studi di microzonazione sismica di terzo livello.

image1

Ringraziamo l’INGV, che sarà ancora nostro ospite a Amatrice al più presto per parlare ancora di microzonazione e ricostruzione.

Domenica 26 novembre 2017 – Assemblea degli aderenti

La prossima assemblea degli aderenti del Comitato 3e36 è convocata per il giorno

DOMENICA 26 NOVEMBRE 2017 ALLE ORE 10:00

presso la sede delle BSA in Villa San Cipriano – Amatrice

In discussione:

  1. Rinnovo delle cariche sociali e modalità partecipative dei componenti
  2. Apertura e partecipazione del 3e36 ai tavoli istituzionali col nuovo Commissario e Ufficio Speciale Ricostruzione del Lazio
  3. Perimetrazioni e piani attuativi, modalità di partecipazione e ruolo delle associazioni
  4. SAE Amatrice e Accumoli: criticità e necessità di centri di aggregazione
  5. Colloqui Amatriciani: risultati e nuove iniziative
  6. AOB

CONVOCAZIONE ASSEMBLEA_2017_11_26 [pdf]

COMUNICATO STAMPA – Emergenza ambientale a Amatrice: tutto tace!

COMUNICATO STAMPA

RISCHIO AMIANTO E POLVERI SOTTILI A AMATRICE: TUTTO TACE

Il Comitato Civico 3e36 torna a lanciare l’allarme per il rischio ambientale derivante dalla massiccia operazione di movimentazione macerie in corso sul territorio.

Nonostante avessimo segnalato la possibile esistenza di una emergenza ambientale già dallo scorso luglio, l’Amministrazione comunale di Amatrice non ha ritenuto opportuno prevedere un’azione di monitoraggio degli agenti inquinanti che possono in ogni momento essere immessi nell’ambiente in questa fase della ricostruzione.

Non è stato ritenuto opportuno vigilare neppure nei pressi di siti sensibili come il polo scolastico, le abitazioni provvisorie, l’area food e il nuovo centro commerciale, che si trovano a poche decine di metri in linea d’aria dalle zone interessate dalle demolizioni.

Non è in corso al momento alcun monitoraggio della presenza di polveri sottili.

Altrettanto grave, non è mai stata effettuata una analisi della presenza di amianto nell’aria o nel suolo.

Il Comitato 3e36 chiede al Comune di Amatrice di correre immediatamente ai ripari e richiedere all’ARPA l’installazione di centraline di monitoraggio e dare conto dei risultati alla popolazione con tempestività e continuità, perché la salute della popolazione non sia ancora messa a repentaglio da imperdonabili negligenze.

ALLEGATI:

Lettera ufficiale di sollecito inviata al Comune di Amatrice a ottobre 2017

Lettera ufficiale inviata al Comune di Amatrice, all’ARPA Lazio e alla ASL di Rieti a luglio 2017

La nostra campagna di luglio 2017